fbpx

Lo SHOP è momentaneamente in manutenzione. Lo stiamo migliorando per rendere l'esperienza di acquisto più gradevole. Per poter sapere quando sarà nuovamente online vi invitiamo a iscrivervi alla newsletter. Ne daremo comunicazione.

200 MG + 30 MG COMPRESSE RIVESTITE

200 MG + 30 MG COMPRESSE RIVESTITE

16,90 

Descrizione

NUROFEN INFLUENZA E RAFFREDDORE 200 MG + 30 MG COMPRESSE RIVESTITE Farmaci antinfiammatori ed antireumatici derivati dell’acido propioni co, ibuprofene in combinazione. Una compressa contiene: ibuprofene 200 mg, pseudoefedrina cloridrato 3 0 mg. Fosfato tricalcico, sodio carbossimetilcellulosa, cellulosa microcrist allina, povhttp://farmapiva.it/wp-content/uploads/2022/01/ALL-PRODUCTS.jpge, metilidrossipropilcellulosa, magnesio stearato, talc o, coloranti: E 104, E 110, E 171. Questo farmaco d 200 mg + 30 mg compresse rivestite, e’ indicato negli adulti e adolescenti oltre i 12 anni. Trattamento dei sintomi del raf freddore e dell’influenza quali congestione nasale e sinusale, dolori, febbre, mal di gola, mal di testa. Ipersensibilita’ ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipient i. Pazienti affetti da ulcera peptica. Storia di emorragia gastrointes tinale o perforazione relativa a precedenti trattamenti attivi o stori a di emorragia/ulcera peptica ricorrente (due o piu’ episodi distinti di dimostrata ulcerazione o sanguinamento). Soggetti che hanno mostrat o in precedenza reazioni di ipersensibilita’ (quali poliposi nasale, a sma, rinite, angioedema o orticaria) conseguenti all’impiego di ibupro fene, acido acetilsalicilico o altri analgesici, antipiretici, altri a ntinfiammatori non-steroidei (FANS). Grave insufficienza renale o epat ica. Insufficienza cardiaca severa (IV classe NYHA) Pazienti con malat tie cardio-vascolari serie, tachicardia, ipertensione, angina pectoris , ipertiroidismo, diabete, feocromocitoma, glaucoma, sindrome prostati ca. Gravidanza. Allattamento. Bambini al di sotto dei 12 anni. Pazient i che assumono o hanno assunto nei 14 giorni precedenti inibitori dell a monoamino-ossidasi (IMAO). Posologia. Solo per un breve periodo di trattamento. 5 giorni massimo di terapia per la popolazione adulta 3 giorni massimo di terapia per la popolazione pediatrica (12-18 anni). Gli effetti indesiderati posso no essere minimizzati con l’uso della dose minima efficace per la dura ta di trattamento piu’ breve possibile necessaria per controllare i si ntomi. Nel caso l’uso del medicinale sia necessario per piu’ di 5 gior ni negli adulti e per piu’ di 3 giorni negli adolescenti, o nel caso d i peggioramento della sintomatologia deve essere consultato il medico. Popolazione pediatrica: non somministrare ai bambini di eta’ inferior e ai 12 anni. Adulti e adolescenti oltre i 12 anni: la dose iniziale e ‘ 1-2 compresse al giorno, poi, se necessario, 1-2 compresse ogni 4 or e. Non superare la dose di 6 compresse nelle 24 ore. Anziani: nell’anz iano non sono richieste modifiche della posologia consigliata tranne n ei pazienti con alterazioni renali o epatiche per i quali e’ necessari o adattare individualmente la posologia. Modo di somministrazione: uso orale. Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare per la co nservazione. Gli effetti indesiderati possono essere minimizzati con l’uso della pi u’ bassa dose efficace per la piu’ breve durata possibile di trattamen to che occorre per controllare i sintomi. Altri FANS: l’uso di questo medicinale deve essere evitato in concomitanza di FANS, inclusi gli in ibitori selettivi della COX-2. Evitare l’uso contemporaneo di due o pi u’ analgesici, antipiretici, antinfiammatori non-steroidei, in quanto cio’ comporta un aumento del rischio di effetti indesiderati. L’impieg o di FANS deve essere attentamente valutato nei pazienti affetti da di sturbi della coagulazione in quanto e’ possibile una riduzione della c oagulabilita’. Lo stesso dicasi per i pazienti in trattamento con anti coagulanti orali, per la possibilita’ di un potenziamento dell’effetto anticoagulante. Sicurezza gastrointestinale: come per tutti gli antin fiammatori, il farmaco non va assunto se il paziente e’ affetto da ulc era o disturbi gastrici. Emorragia gastrointestinale, ulcerazione e pe rforazione: durante il trattamento con tutti i FANS, in qualsiasi mome nto, con o senza sintomi di preavviso o precedente storia di gravi eve nti gastrointestinali, sono state riportate emorragia gastrointestinal e, ulcerazione e perforazione, che possono essere fatali. Negli anzian i e in pazienti con storia di ulcera, soprattutto se complicata da emo rragia o perforazione, il rischio di emorragia gastrointestinale, ulce razione o perforazione e’ piu’ alto con dosi aumentate di FANS. Questi pazienti devono iniziare il trattamento con la piu’ bassa dose dispon ibile. L’uso concomitante di agenti protettori (misoprostolo o inibito ri di pompa protonica) deve essere considerato per questi pazienti e a nche per pazienti che assumono basse dosi di acido acetilsalicilico o altri farmaci che possono aumentare il rischio di eventi gastrointesti nali. Pazienti con una storia di tossicita’ gastrointestinale, in part icolare anziani, devono riferire qualsiasi sintomo gastrointestinale i nusuale (soprattutto emorragia gastrointestinale) in particolare nelle fasi iniziali del trattamento. Cautela deve essere prestata ai pazien ti che assumono farmaci concomitanti che potrebbero aumentare il risch io di ulcerazione o emorragia, come corticosteroidi orali, anticoagula nti come warfarin, inibitori selettivi del reuptake della serotonina o agenti antiaggreganti come l’ acido acetilsalicilico. Quando si verif ica emorragia o ulcerazione gastrointestinale in pazienti che assumono questo farmaco il trattamento deve essere sospeso. I FANS devono esse re somministrati con cautela nei pazienti con una storia di malattia g astrointestinale (colite ulcerosa, morbo di Crohn) poiche’ tali condiz ioni possono essere esacerbate. Effetti cardiovascolari e cerebrovasco lari: cautela e’ richiesta (discutere con il proprio medico o farmacis ta) prima di iniziare il trattamento nei pazienti con anamnesi positiv a per ipertensione e/o insufficienza cardiaca poiche’ in associazione al trattamento con i FANS sono stati riscontrati ritenzione di liquidi , ipertensione ed edema. Studi clinici suggeriscono che l’uso di ibupr ofene, specialmente ad alte dosi (2400 mg/die), puo’ essere associato a un modesto aumento del rischio di eventi trombotici arteriosi (es. i nfarto del miocardio o ictus). In generale, studi epidemiologici non s uggeriscono che basse dosi di ibuprofene (es. <= 1200 mg/die) siano as sociate ad un aumento del rischio di eventi trombotici arteriosi. I pa zienti con ipertensione non controllata, insufficienza cardiaca conges tizia (II-III classe NYHA), cardiopatia ischemica accertata, malattia arteriosa periferica e/o malattia cerebrovascolare devono essere tratt ati con ibuprofene soltanto dopo attenta considerazione e si devono ev itare dosi elevate (2400 mg/die). Attenta considerazione deve essere e sercitata anche prima di iniziare il trattamento a lungo termine per i pazienti con fattori di rischio per eventi cardiovascolari (es. ipert ensione, iperlipidemia, diabete mellito, abitudine al fumo di sigarett a), soprattutto se sono necessarie dosi elevate (2400 mg/die) di ibupr ofene. Reazioni cutanee: gravi reazioni cutanee alcune delle quali fat ali, includenti dermatite esfoliativa, sindrome di Stevens-Johnson e N ecrolisi Tossica Epidermica, sono state riportate molto raramente in a ssociazione con l'uso dei FANS. Nelle prime fasi della terapia i pazie nti sembrano essere a piu' alto rischio: l'insorgenza della reazione s i verifica nella maggior parte dei casi nelle prime fasi del trattamen to. Questo medicinale deve essere interrotto alla prima comparsa di ra sh cutaneo, lesioni della mucosa o qualsiasi altro segno di ipersensib ilita'. Gravi reazioni cutanee Reazioni cutanee gravi come la pustolos i esantematica acuta e generalizzata (AGEP) possono verificarsi con pr odotti contenenti pseudoefedrina. Questa eruzione pustolosa acuta puo' verificarsi entro i primi 2 giorni di trattamento, con febbre e numer ose, piccole pustole, per lo piu' non follicolari, derivanti da un eri tema edematoso molto diffuso e localizzate principalmente sulle pieghe cutanee, sul tronco e sugli arti superiori. I pazienti devono essere attentamente monitorati. Se si osservano segni e sintomi come piressia , eritema o numerose piccole pustole, la somministrazione di questo me dicinale deve essere interrotta e se necessario devono essere prese mi sure appropriate. Patologie respiratorie: in pazienti con asma bronchi ale o malattie allergiche in atto o pregresse puo' insorgere broncospa smo. Non assumere il prodotto nei casi di asma e allergia all' acido a cetilsalicilico se non dopo aver consultato il medico. LES e malattia mista del connettivo: in caso di lupus eritematoso sistemico e di mala ttia mista del connettivo puo' portare ad un aumentato rischio di meni ngite asettica. Funzionalita' renale: insufficienza renale, in quanto la funzionalita' renale puo' essere compromessa. Funzionalita' epatica : disfunzioni epatiche. Da usare con cautela in combinazione con antii pertensivi inclusi i bloccanti neuronali adrenergici e i beta bloccant i. Da usare con cautela con altri agenti simpaticomimetici come decong estionanti, soppressori dell'appetito e psico-stimolanti anfetaminici. Da usare con cautela in caso di ipereccitazione. Se si manifestano al lucinazioni irrequietezza o disturbi del sonno durante la somministra zione del medicinale, l'utilizzo del medicinale deve essere interrotto . Anziani: i pazienti anziani presentano una maggiore frequenza di rea zioni avverse ai FANS, in particolare emorragia e perforazione gastroi ntestinale che possono essere fatali. Popolazione pediatrica: negli ad olescenti disidratati esiste il rischio di alterazione della funzional ita' renale. Questo medicinale contiene: meno di 1 mmol (23 mg) di sod io per compressa, cioe' essenzialmente senza sodio" colorante giallo tramonto FCF (E 110)