fbpx

LA FARMACIA IN VACANZA

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Per partire con serenità e godersi a pieno la vacanza è bene preparare con anticipo una lista dei farmaci indispensabili per far fronte a ogni problema di salute in cui possiamo eventualmente incorrere.

Ecco un elenco esaustivo che può essere modulato a seconda delle esigenze della famiglia e dei luoghi che si intende raggiungere:

  • PRODOTTI PER IL MAL DI VIAGGIO E ANTIEMETICI contro nausea e vomito
  • ANALGESICI e ANTIFEBBRILI per il mal di testa, dolori e raffreddori
  • ANTINFIAMMATORI PER USO ESTERNO per ematomi, dolori muscolari e slogature
  • FERMENTI LATTICI in caso di diarrea e mal di pancia, disturbi frequenti in situazioni di cambio di clima e disordini alimentari
  • LASSATIVI in caso di stitichezza
  • PRODOTTI REPELLENTI CONTRO GLI INSETTI E CREME DA APPLICARE DOPO LA PUNTURA
  • CREME PER ERITEMI E SCOTTATURE
  • MATERIALE PER LE PRIME MEDICAZIONI come disinfettante per ferite ed escoriazioni, garze e cerotti
  • COLLIRIO
  • TERMOMETRO

Qualora ci si rechi in località isolate si può chiedere al medico di base di prescrivere antibiotici e antiallergici per uso orale da assumere solo sotto la sua supervisione.

I MALESSERI IN VACANZA

In vacanza può accadere di incorrere a qualche piccolo problema di salute che possiamo imparare a gestire in autonomia. Vediamo i principali:

IL MAL DI VIAGGIO

La chinetosi (o cinetosi) è un disturbo neurologico che alcuni provano in seguito a spostamenti ritmici o irregolari del corpo durante un moto, ad esempio in altalena, su di una giostra, o durante viaggi con mezzi di trasporto quali nave, automobile, aereo.

Comincia un po’ in sordina, con un lieve senso di disgusto e qualche sudore freddo, poi arrivano sonnolenza, spossatezza, nausea e talvolta anche il vomito.

COSA FARE?

Viaggiando in auto o autobus si può ridurre il rischio di malessere guardando in avanti e avendo un ampio campo visivo esterno (meglio quindi una macchina con i finestrini ampi o almeno sedersi sul sedile anteriore). Altrettanto utile guardare l’orizzonte, soprattutto quando si viaggia per mare, o sdraiarsi: stare supini riduce i sintomi di mal di viaggio rispetto ad essere seduti. È opportuno ridurre i movimenti della testa ed evitare qualsiasi attività che aumenti il “conflitto” fra i segnali visivi e quelli che arrivano dall’apparato vestibolare: no quindi alla lettura in viaggio. Ascoltare musica o respirare profondamente e regolarmente invece fa tollerare un po’ più a lungo il movimento in auto, aereo o nave.

Per prevenire il mal di viaggio è opportuno assumere mezz`ora prima del viaggio un prodotto anti-chinetosi o far indossare ai più piccoli i bracciali

P6 CONTROL  BAMBINI

https://shop.farmapiva.it/bracciale-per-nausea-per-bambini-p6-control

PUNTURE D’INSETTO

Nella stragrande maggioranza dei casi la puntura degli insetti è un “fastidio” e le conseguenze sono molto modeste. Qualche problema si può avere quando ad essere colpite sono le mucose “delicate” (occhi, labbra e in generale il viso, lingua e gola), oppure se ad essere punto è un bambino molto piccolo.

È bene sapere che gli insetti pungono per due motivi diversi, per nutrirsi e per difendersi:

  • gli insetti che pungono per nutrirsi sono zanzare, pulci, pidocchi, tafani e pappataci;
  • gli insetti che pungono per difendersi sono invece api, vespe, calabroni e larve di processionaria.

COSA FARE?

Dipende da chi ci ha punto

API E VESPE

Rimuovere il pungiglione con un paio di pinzette sterilizzate e poi disinfettare la parte. Un impacco freddo con ghiaccio o l’applicazione di ammoniaca sulla puntura riducono il prurito e rallentano l’effetto e l’assorbimento del veleno. Se a essere punta è una persona allergica, oltre a quanto già indicato, è necessario un urgente intervento medico che valuterà la gravità dei sintomi e interverrà con i farmaci appropriati.  In caso di difficoltà di trovare un medico è urgente chiamare il 118 e chiedere quale intervento si può fare.

ZANZARE

Applicare un cubetto di ghiaccio e creme a base di antistaminici (dimetindene) o, meglio, di corticosteroidi topici (ad es. idrocortisone).

FENISTIL GEL a base di dimetindene

https://shop.farmapiva.it/fenistil-gel-30-g-0-1

COMPLESSO DERMA a base di calendula con attività cortisone-simile

https://shop.farmapiva.it/complesso-derma-crema-50-ml

ZECCHE

Quando ci si accorge di essere stati punti dalla zecca, è bene rimuoverla il prima possibile, al fine di evitare che l’aracnide si nutra del sangue dell’ospite; la rimozione della zecca dev’essere effettuata delicatamente con l’aiuto di apposite pinzette, accertandosi di non romperla, strapparla o schiacciarla. I falsi miti sui metodi più efficaci per rimuovere le zecche sono innumerevoli. Estrarre le zecche utilizzando etere, alcool o sigarette per anestetizzarle rischiano d’infastidire la zecca inducendola a produrre più saliva o a rigurgitare il contenuto dello stomaco, aumentando così la possibilità di trasmissione di malattie e infezioni.

È opportuno, oltre che assolutamente indispensabile, rivolgersi al medico quando, dopo la rimozione della zecca, il paziente nota qualsivoglia segno di arrossamento cutaneo, infezione o manifesta sintomi tipicamente influenzali.

Alcuni accorgimenti per prevenire:

  • portare vestiti di colore chiaro, poiché i colori scuri e accesi attirano gli insetti. In luoghi erbosi portare pantaloni lunghi.
  • utilizzare prodotti che allontanano gli insetti, da applicare sulle parti della pelle esposte all’aria o anche direttamente sui vestiti, Questi prodotti sono generalmente a base della pianta piretro la cui polvere, ottenuta dai fiori, è insetticida. Il prodotto non deve essere respirato, ingerito, messo a contatto con gli occhi o applicato su parti di pelle irritata o lesa. Se la pelle prude o si infiamma dopo l’applicazione, va subito lavata abbondantemente con acqua.
AUTAN PROTECTION PLUS attivo per 4 h contro le zecche

https://shop.farmapiva.it/autan-protection-plus-vapo-100ml

Ci sono alcune fragranze del tutto naturali sgradite alle zanzare, come lavanda, limone, citronella, menta, geranio, limone, tea-tree oil o olio di Neem. Consigliati per i più piccoli prodotti contenenti ledum palustre.

LEDUM COMPLEX SPRAY

https://shop.farmapiva.it/ledum-complex-60-ml

SCOTTATURE SOLARI ED ERITEMI

Sono arrossamenti o lesioni della cute derivante da un’esposizione eccessiva o senza un’adeguata protezione alle radiazioni del sole. I principali sintomi sono arrossamento, dolore e bruciore della cute, in alcuni casi si può riscontrare qualche linea di febbre.

COSA FARE?

Evitare |’ulteriore esposizione ai raggi del sole fino a quando il problema non si è risolto. Nell’immediatezza, applicare impacchi di acqua fresca o tiepida per alleviare il dolore e successivamente creme emollienti ed idratanti.

Se il dolore è molto intenso si può far ricorso a semplici analgesici a base ad esempio di paracetamolo o ibuprofene.

FOILLE SOLE SPRAY

https://shop.farmapiva.it/foille-sole-spray-70-g

INSOLAZIONE

Il colpo di sole o insolazione può sopraggiungere in caso di un’esposizione solare eccessivamente prolungata e quando non si protegge la testa. Le persone più soggette a questo tipo di problema sono quelle con la pelle chiara.

Contrariamente a quanto comunemente si pensa, il colpo di sole è più frequente in montagna che al mare. I sintomi sono: malessere generalizzato, mal di testa, nausea, vertigini, pelle arrossata e molto calda e, nei casi più gravi, difficoltà a camminare e riduzione dello stato di coscienza. Spesso aumenta anche la temperatura corporea.

COSA FARE?

Occorre portare la persona colpita in un ambiente fresco, ventilato e all’ombra e raffreddare il corpo (soprattutto le ascelle e la testa) con acqua fresca. Se la situazione si aggrava con la comparsa di nuovi sintomi, o anche se non si risolve rapidamente. Meglio recarsi al pronto soccorso più vicino.

Si può prevenire il colpo di calore evitando l’esposizione diretta e prolungata ai raggi solari, soprattutto nelle ore più calde della giornata, proteggendo gli occhi con occhiali da sole e proteggendo la testa con un copricapo; in ogni caso è fondamentale bere frequentemente, per favorire la reidratazione dell’organismo. Evitare di uscire di casa e limitare l’attività fisica nelle ore più calde della giornata; indossare abiti larghi, in fibra naturale (cotone o lino) e di colore chiaro sono altri validi aiuti per prevenire un’insolazione.

VIAGGIARE IN SICUREZZA IN TEMPO DI COVID

La diffusione del coronavirus comporta una serie di precauzioni in più da adottare in viaggio. In treno, in aereo ma anche in macchina con estranei è opportuno prestare massima attenzione al rispetto delle norme igienico-sanitarie: lavare le mani spesso e indossare sempre la mascherina nei luoghi chiusi e dove non è possibile mantenere la distanza di sicurezza.

È consigliabile, quindi, portare in valigia una scorta di mascherine utili a coprire tutto il periodo della vacanza e un disinfettante a base alcolica nel caso non fosse possibile lavarsi le mani.

AMUCHINA GEL

https://shop.farmapiva.it/amuchina-gel-x-germ-disinfettante-mani-30-ml