fbpx

IL MISURATORE DI GLICEMIA

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

La glicemia è definita come la concentrazione di glucosio nel sangue, il cui valore normale a digiuno è compreso tra 70 e 100 mg/dl

COME MISURSI LA GLICEMIA

La misurazione della glicemia è un’operazione semplice, per la quale occorre solo una piccola goccia di sangue capillare. I misuratori di glicemia sono apparecchi che permettono l’autocontrollo dei valori della glicemia in modo comodo, facile e veloce. In questo modo il paziente è in grado di valutare in prima persona i propri livelli glicemici, aggiustando all’occorrenza la terapia nutrizionale, l’esercizio fisico ed il trattamento farmacologico. E’ importante riferire al proprio medico ogni variazione anomala dei valori riscontrati.

COME FUNZIONA

Per misurare la glicemia, il glucometro analizza una piccola goccia di sangue capillare – generalmente prelevata dal polpastrello – posta su un’apposita striscia reattiva inserita al suo interno. Nella maggior parte dei modelli, il glucosio contenuto nel campione di sangue darà origine ad una reazione enzimatica ossidandosi grazie alla presenza dell’enzima glucosio-ossidasi nella striscia reattiva; tale ossidazione darà origine ad una variazione cromatica o ad una corrente elettrica (a seconda del modello) tradotta informaticamente nel valore glicemico corrispondente.

COME SI USA

Per l’automonitoraggio della glicemia è necessario disporre di un glucometro, di una penna pungidito con aghi e di apposite strisce reattive. I glucometri solitamente sono venduti in kit contenenti questi strumenti; una volta esaurite le strisce reattive e gli aghi del pungidito è possibile acquistarli separatamente mantenendo il glucometro originale.

QUANTE VOLTE MISURARE LA GLICEMIA

Ogni persona dovrebbe misurare la glicemia almeno 3 volte l’anno a scopo preventivo. Se viene diagnosticato il diabete un buon metodo consiste nell’eseguire il test in diverse ore del giorno per evitare che la glicemia raggiunga un livello troppo alto o troppo basso. Le ore consigliate sono:

  • prima della colazione: test della glicemia a digiuno (per digiuno si intende non aver assunto cibo da almeno otto ore)
  • 2 ore dopo colazione: test della glicemia postprandiale
  • prima del pranzo
  • 2 ore dopo il pranzo
  • prima della cena
  • 2 ore dopo la cena
  • prima di andare a letto
  • alle 2.00 o alle 3.00 del mattino, se assumete insulina.

RACCOMANDAZIONI

Dalle principali Linee Guida internazionali sappiamo che per controllare in autonomia la glicemia:

E’ raccomandato l’utilizzo del lato del polpastrello per il prelievo;

Le lancette per la puntura del dito vanno utilizzate una volta sola e poi smaltite negli appositi contenitori;

Bisogna utilizzare solo le strisce reattive adatte all’apparecchio in uso, conosciuto come glucometro e non utilizzarle oltre la data di scadenza, periodicamente bisogna effettuare il test di controllo dell’apparecchio per non incorrere a dati alterati;

Bisogna alternare continuamente le dita che vengono punte, utilizzandole tutte ed evitando i punti dolenti.

E’ consigliabile utilizzare la prima goccia di sangue dopo aver lavato e asciugato le mani. Se non si possono lavare le mani e queste non sono visibilmente sporche e non sono state esposte ad un prodotto contenente zucchero, è accettabile l’utilizzo della seconda goccia di sangue dopo essersi puliti dalla prima.

QUALE MODELLO DI GLUCOMETRO CONSIGLIA IL TUO FARMACISTA?

Glucometro professionale per la misurazione della glicemia

CONTOUR NEXT

Glucometro professionale per la misurazione della glicemia.

Grazie a questo glucometro Bayer in 5 secondi puoi conoscere la tua glicemia e tenerla sotto controllo in ogni momento della tua giornata. All’ interno della scatola in omaggio ci sono una penna pungi-dito utile per la preparazione della goccia di sangue e una confezione con 10 strisce reattive omaggio per le tue prime misurazioni.

IN SUPEROFFERTA al 50% + Strisce Contour 25 pz Omaggio

https://shop.farmapiva.it/contour-next-glucometro